Quarantacinquemila tentativi di Phishing in pochi mesi verso clienti Poste.

Quarantacinquemila tentativi di Phishing in pochi mesi verso clienti Poste.

I clienti delle Poste Italiane negli ultimi mesi sono stati presi di mira dai truffatori online attraverso alcune campagne di phishing. Tra il Luglio e Settembre di quest’anno il numero dei rilevamenti ha superato i 45.000. In pratica vari clienti hanno ricevuto delle email, apparentemente provenienti dalle Poste, contenenti il link a finti siti web in cui veniva richiesto, con scuse verosimili, di inserire i loro dati d’accesso,  in modo da carpirglieli ed operare sui loro conti.
Questi i dati diffusi dai laboratori della Kaspeky Lab. Per tentare di accedere ai conti online delle vittime, i cyber-criminali hanno ad esempio, recapitato messaggi di posta elettronica mascherati sotto forma di notifiche ufficiali riguardanti l’avvenuto blocco o la disattivazione temporanea dell’account dell’utente, account riattivabile tramite l’inserimento nel portale raggiungibile tramite il link pubblicato nella stessa mail, dei loro dati di accesso.
In altri casi gli autori del messaggio non hanno cercato di spaventare l’utente ma di stimolarne l’interesse, camuffando il messaggio sotto forma di notifica ufficiale relativamente la ricezione di un nuovo telegramma leggibile solo online.

Per proteggersi da questi attacchi, il miglior sistema è quello di non cliccare link sospetti presenti nei messaggi di posta ricevuti e di non inserire i propri dati sulle pagine web “sospette”

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *